Lenti a contatto morbide? Nessuna controindicazione per i bimbi

La ricerca ha coinvolto bambini sotto i tredici anni. L’incidenza di eventi infiammatori valutata nello studio è risultata inferiore all’1% per ogni anno di utilizzo

Lenti a contatto per i piccoli

Lenti a contatto per i piccoli

globalist 12 dicembre 2020
Per i bimbi che hanno problemi di vista ci sono anche le lenti a contatto. Quelle morbide hanno tassi di complicanze collegati molto bassi secondo un nuovo studio accettato per la pubblicazione sulla rivista Ophthalmic & Physiological Optics e al momento disponibile in formato prestampa. Le complicanze risulterebbero simili, in termini percentuali, a quelle degli adulti.

I ricercatori, guidati da Robin Chalmers, coautrice dello studio insieme ad altri scienziati, hanno misurato il tasso di eventi avversi nei bambini con un’età inferiore ai 13 anni con lenti a contatto di tipo morbide. Le lenti a contatto morbide sono più facili da applicare e da indossare e in generale sono più confortevoli (dunque più adatte ai bambini) rispetto alle lenti a contatto rigide.

L’incidenza di eventi infiammatori valutata nello studio è risultata inferiore all’1% per ogni anno di utilizzo. La stragrande maggioranza degli eventi avversi, in ogni caso, è stata rappresentata da congiuntiviti o abrasioni causate da corpi estranei.

“I genitori dovrebbero essere ancora più fiduciosi nell’abbracciare i benefici di un approccio alla gestione della miopia basato su lenti a contatto morbide sapendo che lo studio ne ha valutato la sicurezza  nei bambini della loro stessa fascia di età”, spiega John McNally, altro autore dello studio.