Che relazione esiste tra acufene e Covid-19? Una ricerca segnala nei positivi problemi di udito

Lo studio ha preso in esame un numero molto esiguo di pazienti ma ha fatto comunque scattare il campanello d'allarme tra i ricercatori. Il peggioramento dell'acufene tra i sintomi post-Covid?

Acufene

Acufene

globalist 16 novembre 2020
L’infezione da Sars-Cov-2 potrebbe scatenare anche l'acufene. L'ultima manifestazioene patologica di Covid-19 che sarebbe comparsa solo dopo l’insorgenza dei sintomi è stata individuata in un numero molto esiguo di pazienti: 95 in totale. Ma ha fatto scattare comunque un campanello d'allarme.
I disturbi dell’udito – suggeriscono gli autori della ricerca pubblicata su Frontiers in Publich Health, potrebbero rientrare tra le complicanze a lungo termine della Covid-19, che permangono anche mesi dopo l’infezione.
L’acufene è una condizione piuttosto comune, che interessa il 12-30% della popolazione adulta. Si manifesta con la percezione di fischi, ronzii, fruscii e rumori nell’orecchio o nella testa, in assenza di fonti sonore esterne. Può durare mesi o anni, sparire e ricomparire, spesso durante periodi di forte stress. Condizioni collaterali comuni sono infatti ansia, depressione, insonnia, panico e psicosi.
Numerosi studi hanno associato la pandemia Covid-19 a stress, ansia, depressione, paura del contagio e insonnia, sia tra gli operatori sanitari sia nella popolazione generale. La profonda incertezza e le restrizioni sociali hanno spesso esacerbato sintomi preesistenti nei soggetti più vulnerabili.

La ricerca ha fotografato l’impatto della pandemia sulla vita delle persone affette da acufene somministrando un questionario a oltre tre mila persone in 48 paesi – la maggior parte dal Nord America (49%) e dall’Europa (47%– In tutto 47 domande a risposta chiusa e tre a risposta aperta per scoprire.

Dallo studio è emerso che 95 persone, quasi la metà di chi aveva manifestato i sintomi della Covid-19 – circa l’8% del campione totale – aveva sperimentato un simultaneo peggioramento dell’acufene.