L'infettivologo Andreoni al governo: "A Natale più restrizioni possibili"

Lo dichiara l'infettivologo Massimo Andreoni, che sulle prossime feste non vuole sentire parlare di ammorbidimento delle misure anti-Covid.

Massimo Andreoni

Massimo Andreoni

globalist 26 novembre 2020
E' vero che c'è un calo di contagi ma è troppo lento e dobbiamo evitare una terza ondata.
Il Natale che verrà "deve essere con più restrizioni possibili. Possiamo andare incontro alle esigenze delle persone, ma solo quelle attuabili in ottica di sicurezza sanitaria". Lo dichiara all'Adnkronos Salute l'infettivologo Massimo Andreoni, che sulle prossime feste non vuole sentire parlare di ammorbidimento delle misure anti-Covid.
"Più teniamo le misure varate nei Dpcm - avverte l'esperto, direttore scientifico della Simit (Società italiana di malattie infettive e tropicali) e primario di Infettivologia al Policlinico Tor Vergata di Roma - e più freniamo l'espandersi della Sars-CoV-2. Su questo siamo tutti sono d'accordo. Abbiamo un insegnamento che ci arriva dall'agosto scorso: se ci lasciamo andare, non riusciamo a contenere l'epidemia".