Ricciardi sulla variante Covid: l'Inghilterra sapeva da settembre e ha taciuto

Il consigliere scientifico del ministro della Salute: "Questo ceppo mutato entra attraverso il naso. E non è casuale visto che in Gran Bretagna non c'è stato per troppo tempo l'obbligo delle mascherine"

Covid-19

Covid-19

globalist 22 dicembre 2020
"La nuova variante di Coronavirus entra attraverso il naso, che diventa una porta quasi 'spalancata'. E' la sintetica spiegazione con cui il professor Walter Ricciardi, consigliere scientifico del ministro della Salute, illustra la maggiore contagiosità della nuova variante inglese del virus. "Le 3 mutazioni di cui si parla hanno dato al virus la capacità di penetrare meglio all’interno delle nostre mucose, in particolare attraverso il naso. Ora ha" davanti a sé "una porta facilitata, prima doveva scardinarla e adesso invece è più rapido. A Londra i contagi sono raddoppiati negli ultimi 3 giorni raggiungendo il record da febbraio. Lì non hanno imposto misure, come l’obbligo delle mascherine, per prevenire il contagio", dice Ricciardi al programma di RadioRai Un giorno da pecora.

"Il virus" in Italia "è già arrivato. C’è un caso che è stato isolato al policlinico del Celio e altri 6 sospetti. Ormai è diffuso in tutta Europa, il governo inglese non ha dato informazioni nonostante in Gran Bretagna la nuova variante sia stata individuata a settembre", evidenzia. "Sono preoccupato non tanto per l’aggressività, ma per la contagiosità che aumenta molto. Questo virus si trasmette con molta più facilità, dovremo stare particolarmente attenti e adottare misure più rigide per evitare il contagio. Se abbiamo più casi in assoluto, avremo più casi gravi e più morti", dice ancora. La nota positiva pare riguardare l'efficacia dei vaccini: "Sembra non ci sia compromissione della capacità protettiva del vaccino, che rimane un’arma da accelerare".