Individuato uno dei meccanismi alla base della malattia di Alzheimer

Il decadimento delle cellule cerebrali, secondo uno studio realizzato in Giappone, è provocato dalla mutazione di uno specifico enzima denominato MARK4

La malattia di Alzheimer

La malattia di Alzheimer

Salute 25 ottobre 2020
Un gruppo di ricercatori dell’Università Metropolitana di Tokyo ha individuato il casus che crea accumuli di proteina TAU nel cervello, cosa che uccide le cellule cerebrali e porta alla malattia di Alzheimer. Gli scienziati giapponesi hanno evidenziato la mutazione di uno specifico enzima denominato MARK4. Questa mutazione può cambiare le proprietà della proteina TAU facendo sì che si possa aggregare più facilmente.
La proteina TAU normalmente svolge ruoli importanti per quanto riguarda la struttura delle cellule e del loro citoscheletro. L’enzima MARK4 è anch’esso utile perché facilita il lavoro della proteina TAU permettendole di usare i prolungamenti del citoscheletro o dei microtubuli. Quando però si verifica una mutazione in un gene di questo enzima, iniziano i problemi di accumulo.
I ricercatori hanno svolto esperimenti su moscerini della frutta modificati geneticamente in modo da produrre TAU umana.
Hanno scoperto che la modifica genetica dell’enzima MARK4 porta a sua volta a modifiche alla proteina TAU creandone una forma patologica, una sorta di TAU “cattiva” che tende ad aggregarsi più facilmente e che non diventa più solubile.
Queste intuizioni potrebbero essere utili per ideare nuovi trattamenti o misure preventive per l’Alzheimer. Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Biological Chemistry.