Melatonina, come funziona l'integratore che favorisce il ciclo sonno-veglia

L'ormone, prodotto dalla ghiandola pineale del cervello, agisce sull'ipotalamo aprendo un canale del potassio denominato canale BK che limita il rilascio dei neurotrasmettitori

Il sonno e la melatonina

Il sonno e la melatonina

globalist 15 novembre 2020
La melatonina è un integratore di uso comune, reperibile anche al supermarket, e utilizzato per favorire il sonno o superare il jet lag dovuto a lunghi viaggi in aereo. Si tratta di un ormone prodotto dalla ghiandola pineale che si trova nel cervello, e che influisce sull’ipotalamo rendendo più effettivo il ciclo sono-veglia. Ciò che non sappiamo è perché. Per tale ragione i ricercatori della UConn Health hanno studiato i neuroni del verme Caennorhabditis elegans proprio per capire le modalità che la melatonina utilizza per avere l’effetto positivo sul cervello.

I ricercatori hanno scoperto che quando la melatonina si introduce nel recettore MT1 nel cervello del piccolo verme apre un canale del potassio denominato canale BK. Questo canale limita il rilascio dei neurotrasmettitori, sostanze chimiche che i neuroni del cervello usano per comunicare tra loro. Gli studiosi hanno scoperto che la melatonina influisce positivamente sul sonno attivando canale BK tramite il recettore della melatonina stessa.
Ora i ricercatori vogliono svolgere esperimenti sui topi per capire se la relazione melatonina-MT1-BK è presente anche in questi animali. Il canale BK di per sé era già conosciuto perché ha un ruolo in diversi eventi del corpo, dall’ipertensione all’epilessia.